Prima sfilata London Fashion Kick

La moda italiana promossa a Londra

Italians do it better.

Ripeto questo slogan da quando sono arrivata in Regno Unito un anno e mezzo fa, provando e riprovando che noi italiani abbiamo una marcia in più che ci fa apprezzare particolarmente fuori dall’Italia. Certamente ci sono anche le eccezioni, ma oggi voglio raccontarvi di una sfilata tutta Made in Italy a cui ho partecipato come blogger il 26 Marzo scorso, organizzata dal London Fashion Kick.

LFK è una realtà nuovissima, ed infatti questa è stata la prima sfilata organizzata, il cui team è interamente composto da italiani: a capo c’è Nadia Spita come event manager per Art Café London, Marta Lenzi come stylist freelance ed events producer e Silvia di Tommaso alle PR.

Assieme hanno costruito un team fatto di MUA e hairstylists, grafici, fotografi e social media managers e cinque fashion designers tutti italiani, ed hanno organizzato una serata all’insegna della moda al Rumors Café di Bromley, un sobborgo a sud di Londra.

Champagne e mini arancini -più tanti altri stuzzichini come vuole la tradizione- a fare da contorno, le bellissime modelle hanno sfilato collezioni di accessori, pellicceria e prêt-à-porter dei marchi Tiziana Mancarella, Cauchemar, Luna Storta by Gabriele Srl, Aurora Potenti e De’ Hart.

Personalmente non conoscevo nessuno dei brand presentati e sono rimasta davvero molto colpita dall’originalità di ogni singolo capo, anche se devo dire che sono stata completamente rapita dalle pellicce stampate di De’ Hart e dalla creatività di Aurora Potenti.

Sono sempre felice di prendere parte a questi eventi, non tanto perché sono organizzati da italiani in terra straniera, ma perché amo visceralmente conoscere nuovi talenti e professionisti del settore con cui parlare di cosa ci appassiona, conoscere la loro estetica e, quando possibile, promuoverli. Ci sono così tanti talenti in Italia e nel mondo che aspettano di esser notati ed eventi come questi aiutano proprio a dar loro la voce e lo spazio che meritano, organizzati con professionalità, serietà e passione.

Vediamo nel dettaglio i singoli brand che hanno sfilato, noi di MokaTeller aspettiamo i vostri pareri!

Tiziana Mancarella www.tizianamancarella.com

Nata a Como 27 anni fa, dopo una laurea in Beni Culturali decide di lanciare il suo omonimo brand Tiziana Mancarella, che viene ben presto pubblicato su importanti fashion blogs e riviste come L’Uomo Vogue, Glamour, Elle Cina e Marie Clare. Nel 2014 si trasferisce a Londra per seguire un corso di Fashion Design alla Central Saint Martins che le permette di acquisire conoscenze più approfondite sul design e di collaborare con PR, fotografi e stylist. La sua collezione ha un sapore rock, Tiziana prende ispirazione dallo streetstyle, e con un’attenta selezione di materiali, colori e slogan, crea una collezione forte e di tendenza.

TizianaMancarella_01

Cauchemar www.cauchemar.co.uk

In italiano significa “incubo” e il brand nasce nel 2011 durante una notte insonne. Il concept è caratterizzato da simboli come la croce, il cuore, l’ancora e il teschio e lo stile è urban, ispirato dalla moda dell’East London, esuberante e molto femminile, per quanto d’indole dark.

Cauchemar_01 Cauchemar_06_01

Luna Storta by Gabriele Srl www.luna-storta.com

Orgogliosamente fatto in Italia. Questo è l’incipit di questo brand di accessori, calzature e borse creato da Lino Tremonte nel 2009, dedicato a tutte le occasioni in cui una donna potrebbe utilizzare una borsa.

La collezione, interamente ideata, progettata e realizzata in Italia da artigiani italiani, è caratterizzata da una linea classica ma innovativa, utilizzando pelle di prima qualità, cromie forti e dettagli in metallo, in un risultato brillante e alla portata di tutte le età.

LunaStortaByGabrieleSRL_02 LunaStortaByGabrieleSRL_04 LunaStortaByGabrieleSRL_05

Aurora Potenti www.aurorapotenti.it

Aurora Potenti crea il suo omonimo brand 10 anni fa, complice un’effervescente e giovane passione per la moda e la Toscana. Durante gli anni ha collaborato con molte professionalità del settore, tra cui Elite Model Agency e giornalisti di Elle e ha un ampio raggio di clienti affezionati ed innamorati delle sue creazioni originali. La collezione è un mix di stili diversi: dall’abito bon ton a palloncino, al completo pantalone al cappotto che riprende colore e stile delle giacche militari, agli abiti dalle forme tridimensionali. Tutto realizzato in Toscana dai più abili artigiani, è proprio la sua terra ad ispirarla e a farle ideare tanti capi diversi l’uno dall’altro.

AuroraPotenti_02 AuroraPotenti_03 AuroraPotenti_04

De’ Hart www.de-hart.it

De’ Hart proviene dalla tradizione del lanificio Becagli, che ha prodotti tessuti per più di 50 anni, e da uno stile dinamico, fresco ed ironico. Ogni capo è studiato dal filo alla realizzazione finale e prova ad interpretare la vita di ogni giorno con uno spirito audace, creativo ed ironico. La collezione è una passeggiata virtuale attraverso gli anni ’60, ’70 ed ’80 con una tendenza predominante alla pop art. De’ Hart non fa mistero delle ispirazioni prese dall’arte e dalla musica, mentre le cromie sono sempre legate ai colori primari e le morbide sfumature tipiche degli anni ’60 e ’70.

DeHart_03_01 DeHart_05 DeHart_06

Potrebbero interessarti

Metafisica dei tubi

Metafisica dei Tubi di Amélie Nothomb

Quando per la prima volta mi consigliarono di leggere Amélie Nothomb credo di aver fatto una smorfia, semplicemente perché non la conoscevo ancora, quando poi mi parlarono molto bene di Metafisica dei tubi lo stupore fu ancora più grande. Beh, sì, lo consideravo un titolo un po’ strano, bizzarro,...

In libreria dal 22 al 28 maggio

Come promesso su Mokateller tornano gli appuntamenti della settimana il libreria. La protagonista della rubrica è sempre la Toscana, dove nella settimana che sta per arrivare – dal 22 al 27 maggio – ci attendono interessanti presentazioni. Carta e penna alla mano, segnatevi queste date e non perdetevi gli appuntamenti più...

ghostwriter

Ghostwriter

Sorrido quando parlo del mio lavoro, non soltanto perché lo amo, ma soprattutto per le espressioni che fanno le persone che mi chiedono cosa faccia nella vita. Ghostwriter… prego? E allora inizi a parlare di quello che fai definendo il tuo lavoro scrittura su commissione. Così capiscono al volo....